“Joyeux Noël”: la magia umanizzante della musica

Una locanda con sei camere e dodici posti letto riceve una prenotazione telefonica per un’intera famiglia: due genitori e quattro bambini. Il locandiere esita, il cliente lo tranquillizza: “Tutti i nostri figli sanno suonare uno strumento musicale, e i bambini che studiano musica sono tranquilli”. Il locandiere pensa al nano de “Il tamburo di latta”, e interroga sospettoso su quali strumenti si tratta. Flauto, violino, chitarra, arpa. Continua a leggere

Annunci

L’ala “liberal” del PD

Secondo un comunicato affisso nel sito www.liberalpd.it sabato 26 gennaio si sarebbe consolidata l’ala “liberal” del Partito Democratico, in un convegno al teatro Ambra Jovinelli di Roma.

Un testimone oculare racconta che la sala era abbastanza piena, anche se mi aspettavo meno “VIP” (erano presenti Fassino, Marini, Lanzillotta, Zanda, Gentiloni, Maccanico e altri che non ricordo) e più militanti.
In apertura Valerio Zanone, uno dei quattro principali firmatari del documento di convocazione, con un intervento centrato sul significato di laicità e laicismo, concludendo che chiunque voglia fare politica in Italia deve riconoscere nello Stato l’autorità massima in materia di diritti e doveri.

Tre camminate in cima al colle

Una metafora politica? Tre banali dialoghi da presse de boulevard? Un esercizio di stili sostenuto da una conoscenza diacronica? Una pièce distribuita su tre coppie, legate fra loro dallo stesso luogo (nell’Oltrepò), dallo stesso tempo (marzo in tre anni che finiscono per otto: 1938, 1978, 2008), dalla stessa azione (una camminata per chiarire se stessi), Continua a leggere

Cresce nel MRE il dissenso

Secondo una nota informativa interna, nella riunione della Direzione Nazionale del Movimento Repubblicani Europei (tenutasi a Roma il 19 gennaio), “si è sostanzialmente riproposta la spaccatura delle riunioni precedenti fra sostenitori del PD e contrari. Sono state rivolte molte critiche alla segreteria sulla mancanza di informazione durante questa lunga fase di trattative ed incontri, Continua a leggere

La ghiotta occasione

 «Andare ad elezioni anticipate  sarebbe la scelta peggiore per il Paese», dice Veltroni. La sua opinione è del tutto coerente con l’ipotesi che il Partito Democratico costituisca soprattutto il definitivo sdoganamento storico del fu PCI. Con la possibilità di porre fine, a breve o medio termine, alla parentesi prodiana, ormai inutile per quello sdoganamento. Continua a leggere